Regione Toscana
Provincia di Lucca
Fondazione Banca del Monte di Lucca
Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca

Torre del Salto della Cervia

Il territorio della versilia, occupato dal comune di Pietrasanta è racchiuso tra la catena delle Alpi Apuane e la marina.
La zona, attraversata dall'antica via romana Aurelia, è stata al centro di aspre contese territoriali tra Lucca e i numerosi signorotti feudali che difendevano i loro castelli sulle colline, prima, con Pisa e Firenze, interessate a potenziare i loro commerci anche via mare, poi.
La torre del Salto della Cervia, nelle vicinanze di Pietrasanta, oggi a pochi metri dalla statale e dalla ferrovia, fu proprio una di quelle fortezze che servì al governo fiorentino per la difesa dell'area costiera nel secolo XVI.
Bibliografia: - Comune di Forte dei Marmi, Il Forte dei Marmi, Mostra storico Documentaria, Luglio-Settembre 1997
- Buselli F., Pietrasanta e le sue rocche, Giunti-Barbera, Firenze 1970
- Santini V., Commentari storici della Versilia, Pacini Editore, Pisa 1992
Fondazione: 1568-1588
Comprensorio: Versilia
Comune: Pietrasanta, località Montiscendi
Prime notizie: sec.XI
Notizie storiche: L'area situata tra le comunità di Pietrasanta e Montignoso fu, per la sua importanza strategica, fin dall'XI secolo, dotata di un fortilizio che doveva controllare la via Francigena. Sul territorio premevano i genovesi da una parte e i fiorentini e i lucchesi dall'altra, mentre dal mare provenivano gli attacchi pirateschi.
Alle fine del Quattrocento, dopo la guerra con Sarzana, Firenze occupò Pietrasanta e la Versilia Centrale e il nuovo governo avviò una politica che investì i settori economici e di difesa. E' proprio nell'ottica della difesa delle coste che il granduca Cosimo dei Medici iniziò la costruzione della Torre del Salto della Cervia nel 1568.
L'area su cui la torre insiste, fortificata fin dal Mille, fu probabilmente destinata al controllo della zona limitrofa al lago di Porta Beltrame, in posizione eccezionale rispetto alle fortificazioni poste a difesa dell'entroterra dagli attacchi provenienti dal mare, normalmente ubicate in prossimità della costa o della foce di un fiume.
La costruzione del fortilizio venne portata avanti dal figlio del granduca, Francesco I, e completata da Ferdinando I nel 1588, venti anni dopo il suo inizio.
Stato di conservazione: In stato di abbandono, necessita di interventi di consolidamento e restauro
Tipologia: Torre,Seconda metà sec. XVI
Viabilità: macchina: SS1 Aurelia, in località Montiscendi, a due chilometri circa dal passaggio a livello 115 provenendo da Querceta. La fortezza si trova a destra accanto a un deposito di marmi. SS1 Aurelia provenendo da Massa, la fortezza è a poco più di un chilometro dal semaforo di Montignoso/Cinquale; a sinistra
Codice Audioguida: 188
chiusura