Regione Toscana
Provincia di Lucca
Fondazione Banca del Monte di Lucca
Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca

Villa Borbone delle Pianore

Il complesso della Villa Borbone delle Pianore è costituito da edifici di epoche diverse: il corpo centrale è stato costruito alla fine del XVIII secolo, mentre la parte sud risale alla fine del XIX. Nel 1964 è stata aggiunta all'edificio una nuova costruzione nella parte nord.
Il corpo centrale, la parte più antica della villa, è un edificio di modeste dimensioni, frutto della ristrutturazione di un mulino. Fu adibito a villa dalla duchessa di Lucca Maria Teresa di Savoia, moglie di Carlo Lodovico di Borbone. Alla costruzione era annessa una cappella che subì diverse modifiche nel corso dell'ottocento. Oggi si presenta con una curiosa facciata neo-rinascimentale, realizzata mediante una struttura in legno dipinto con un portale con architrave, timpano e una lunetta intagliata che simula le ceramiche dei Della Robbia. La struttura fu realizzata nel 1893, in occasione del matrimonio di una figlia del duca di Borbone. All'interno si trova un altare ligneo del XVII secolo, proveniente dalla cappella della villa della Rinchiostra dei Cybo Malaspina.
La costruzione ottocentesca, posta a sud, è un imponente palazzo a tre piani che riprende alcuni temi architettonici rinascimentali, come si può notare dalle decorazioni a bugne, dai timpani curvilinei sopra le finestre, e dalla pianta dell'edificio, che ha il corpo centrale rientrato. Sono ben conservate le ricche decorazioni degli interni: soffitti a cassettoni, damaschi alle pareti, stucchi e marmi policromi.
Il parco, realizzato contemporaneamente all'edificio ottocentesco, è estremamente interessante: nella sua vegetazione si mescolano specie autoctone ed esotiche. Tra queste ultime vanno ricordate la ginkgo biloba, diverse specie di palme, la sequoia, il liriodendrum tulipifera, l'olea fragrans, l'os manthus ilicifolius, la maclura, la maonia.
Bibliografia: - Archivio Soprintendenza B.A.A.A.S. delle province di Pisa, Lucca, Massa Carrara, Livorno (schedatori: Lorenzetti, Celli)
- M. T. Filieri, S. Russo (a cura di), La Piana Lucchese e la Versilia, Regione Toscana Mondadori, 1999
- Isa Belli Barsali, La Villa a Lucca dal XV al XIX secolo, De Luca, Roma, 1964
- Franco Anichini, il matrimonio dell'anno, in "Nuova Viareggio ieri", 16, anno IV, 1996, pp. 3-6
Come arrivare: macchina:da Lucca SS 439 Sarzanese-Val d'Era, bivio sulla destra per la villa, poco dopo Capezzano Pianore. Possibilità di parcheggio.
Comprensorio: Versilia
Comune: Camaiore, località Capezzano Pianore
Datazione edificio: XVIII, XIX e XX secolo
Datazione giardino: fine XIX secolo
Identificazione: Camaiore, località Capezzano Pianore
Notizie storico critiche: L'edificio più antico apparteneva alla famiglia Orsucci che lo cedette a Maria Teresa di Savoia nel 1826. Dal 1878 al 1888 lavorò alla villa l'architetto lucchese Domenico Martini, che, su commissione di Roberto di Borbone, nipote di Carlo Lodovico duca di Lucca, realizzò l'imponente edificio a tre piani e realizzò le modifiche alla cappella settecentesca. Nel 1893, in occasione delle nozze di Maria Luisa, figlia di Roberto di Borbone, con il principe Ferdinando I di Bulgaria, fu costruita la facciata lignea della cappella. La sistemazione del parco, coeva alla costruzione di Martini, è opera dell'architetto e paesaggista Dechamps. Nel 1952 la villa fu ceduta dai Borbone alla Congregazione Religiosa Scuole di Carità Cavanis, e fu a lungo utilizzata come scuola. Per alloggiare gli allievi del convitto fu costruito nel 1964 il blocco a nord su progetto dell'architetto Tempesta.
Contatti: Istituto Cavanis
tel:0584 913155
Codice Audioguida: 037
chiusura