Regione Toscana
Provincia di Lucca
Fondazione Banca del Monte di Lucca
Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca

La figurina in gesso e l'emigrazione

Nel periodo tra Ottocento e Novecento la Lucchesia è stata una terra di emigranti. Tra questi, i "figurinai": artigiani che fabbricavano e vendevano piccole statue in gesso.
Attraverso l'analisi dei manufatti in gesso il percorso didattico approfondisce la conoscenza della storia, dell'artigianato locale e del fenomeno dell'emigrazione ad esso collegato nel periodo a cavallo tra il XIX e il XX secolo.
Il percorso didattico ha la struttura di una ricerca guidata e simulata: i ragazzi ripercorrono le tappe del ricercatore esaminando i documenti, formulando ipotesi, verificandole e sistemando infine i dati acquisiti.

Svolgimento
primo incontro: analisi storico-sociale del fenomeno dell'artigianato locale, ricerca iconografica della statuina di gesso attraverso l'utilizzo dei documenti d'archivio.
secondo incontro: percorso guidato presso il Museo della Statuina di gesso di Coreglia Antelminelli e visita al laboratorio annesso per l'approfondimento sulle "tecniche di lavorazione del gesso".
terzo incontro: rielaborazione delle conoscenze acquisite con possibilità di approfondimento delle varie tematiche analizzate nelle fasi precedenti.
(progettazione Stefano Gazzarrini, attuazione Maria Grazia Masini)

Fascia d'età
Secondo ciclo delle scuole elementari e scuole medie inferiori

Articolazione
3 incontri di due ore ciascuno

Musei coinvolti
Museo della Figurina di Gesso e del'Emigrazione (Coreglia Antelminelli)

Costo
Il servizio è gratuito e viene cofinanziato dalla Provincia di Lucca, dalla Regione Toscana e dai Comuni della provincia di Lucca

Contatti
Jessica Ferro tel 0583 417256 - 0584 30825, fax 0583 417231
e-mail musei@provincia.lucca.it

Prenotazione on-line:
chiusura