Regione Toscana
Provincia di Lucca
Fondazione Banca del Monte di Lucca
Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca

Vicende storiche

Il territorio della Piana di Lucca è stato abitato sporadicamente, ma fin dall'età del bronzo. Scavi archeologici hanno mostrato infatti che, dopo i primi insediamenti, per lunghissimo tempo quest'area rimase spopolata. Si dovrà attendere il V secolo a.C. per assistere a un nuovo popolamento dovuto agli Etruschi. Molto più tardi arriveranno i Romani e poi i longobardi alla fine del VI secolo, periodo che segna anche una nuova organizzazione di tutto il territorio. Viene segnata l'importantissima Via Francigena che determinerà nei secoli successivi la nascita di piccoli borghi, oggi importanti comuni della piana. Attorno alla Via Francigena nascono centri, luoghi fortificati e ospedali come quello fondato ad Altopascio, intorno alla metà del secolo XI, per la cura dei pellegrini, in visita al Volto Santo di Lucca, o diretti a Roma o a Gerusalemme.
Per tutto il periodo medievale le fortezze della piana vennero potenziate dal governo lucchese per osteggiare l'avanzata fiorentina dalla Val di Nievole. Qui si combatterono aspre battaglie che coinvolsero Lucca, Pisa e Firenze. Dopo le devastazioni dell'esercito di Uguccione della Faggiola, condottiero dei pisani, Castruccio Castracani, proclamato signore del popolo lucchese, riuscì a respingere ad Altopascio l'esercito fiorentino, nel 1325. Ma le guerre continuarono, e lungo la Via Francigena transitavano eserciti e compagnie di ventura.
Quando Firenze riuscì, dopo il governo di Paolo Guinigi, a occupare la strategica fortezza di Montecarlo, il territorio visse un periodo di decadenza che, a fasi alterne, si protrasse fino al Rinascimento con la crisi del commercio della seta.

chiusura