Regione Toscana
Provincia di Lucca
Fondazione Banca del Monte di Lucca
Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca

Strade Antiche

Tra i fattori che hanno contribuito allo sviluppo del territorio versiliese, c'è sicuramente la presenza di strade costiere e collinari che mettevano in comunicazione l'una con l'altra le torri costiere e univano la piana versiliese a quella lucchese, nell'entroterra. I Romani raggiunsero questa parte della Toscana dal III secolo a. C., combattendo con le popolazioni nomadi qui stanziate per garantirsi il controllo del litorale e per la conquista della Spagna e della Gallia. Quando i Romani conquistarono il territorio versiliese, e più precisamente quello compreso tra i fiumi Arno e Magra, questo divenne una posizione di confine tra le colonie di Pisa, alleata con Roma, e quella di Luni. Le strade divennero dunque indispensabili per i commerci, e per il transito di eserciti e compagnie di ventura che scendevano dal nord Europa. Per difenderle sorsero siti fortificati sulla costa e sulle alture dell'entroterra.
Oltre l'Aemilia Scauri, realizzata nel I secolo a.C che partiva dall'Aurelia a Pisa e proseguiva nell'entroterra fino alla Versilia, un'altra importante via di comunicazione fu segnata a partire dal VII secolo: la Francigena o romea che da Camaiore raggiungeva Lucca, mettendo in comunicazione il nord Europa con Roma. Nel corso dei secoli, e fino al rinascimento, Lucca, Pisa, Genova e anche Firenze si sono contese questo tratto costiero.
La parte montuosa della Versilia era la colonia lucensis, appartenente a Lucca, mentre la costa ager pisanus apparteneva a Pisa.
Un'altra arteria viaria d'epoca moderna, è quella che ha determinato lo sviluppo di un ridotto Magazzino dei marmi sul litorale versiliese in un grande centro: Forte dei Marmi. La sua nascita è dovuta al potenziamento dell'estrazione del marmo a partire dal secolo XVI sotto il governo dei Medici. Un volta stabilito che il porto di Motrone era troppo distante, fu costruita da Querceta una via che arrivava alla costa, più efficace via per il trasporto del marmo.

chiusura